Bergamo, 19 ottobre

Tommaso Milani come chioccia di non pochi ragazzi al suo fianco, nonché grande ex di turno, e un roster profondo col top scorer Alex Cazzolato da 15 e rotti ad allacciata di scarpe. Non tragga d’inganno la classifica pari, 1 successo e ko in misura doppia. Perché finora il Montebelluna Basket targato Montelvini di Filippo Osellame, neopromosso dalla C Gold alla B Interregionale battendo Murano (salita anch’essa) ai playoff a fine aprile, ha incontrato tre squadre ambiziose, di cui due sicure pretendenti alla promozione in cadetterìa nazionale. E se ha perso fuori casa con Gardonese e Iseo, a metà del guado al Pala Frassetto, dove è destinata a ricevere nel prefestivo serale la Bergamo Basket che ha appena fatto esordire il trio baby Cereda-Galli-Piccinni nel più 25 contro San Bonifacio, ha battuto di 15 punti di scarto la favoritissima Falconstar Monfalcone, reduce dai play-in di B Nazionale.

L’ultimo del settebello di nuovi è il play Francesco Rossato, da Piombino ma scuola Leoncino Mestre come l’ala Carlo Deganello, uno dei giovani dell’organico insieme all’altro 2004 Pietro Da Rin (da Monopoli, B), al 2006 Tobia Durante rientrato da San Vendemiano e alla coppia di 2003 Arbidans-Grani. Ovvero un 3 tendente 4 e un 4 tendente 5, il secondo dei quali fa concorrenza al poco più esperto ex petrarchino Marco Borsetto e al capitano Alberto Crivellotto, trentunenne che ha quasi sempre giocato nel club. Del nutrito pacchetto esterni fanno parte i succitati Milani, trentacinquenne già in A dilettanti/DNA/A2 (Silver, inizialmente) con Treviglio-Latina-Legnano-Napoli, dai trascorsi bergamaschi dal 2015 al 2017 sotto Cece Ciocca e il duo Ferdi Bedini-Jacopo Mercante come compagni, e appunto Cazzolato, anche lui ex Sanve senza però aver giocato insieme a Samuel Sackey. Da ala anche l’altro confermato Pietro Cecchinato.

Hanno lasciato la guardia under Leonardo Boldrin (Valbelluna), il pari ruolo Giosuè Gallina che era in prestito da Cornuda e s’è accasato a Castelfranco, Gabriele Salvato rimasto in C a Roncaglia, l’ala forte Pippo Rizzi (Carrè), Simone Baraschi e Nicolò Cazzolato, un altro ex BB14 fino all’A2 e fratello maggiore di Alex. Opposto alla rotazione di Gabriele Grazzini, dunque, un mix fisico e tecnico in entrambe le metà campo, rinnovato a metà. Da affrontare con la crescente integrazione della formula mista tra veterani (Simoncelli, Mercante), cavalli di ritorno (Bedini, lo stesso Mercante), giovani (il 2002 Manto, il 2003 Gianoli, rimbalzista principe domenica scorsa con 16), giovanissimi (Cereda, BellarosaGalli, Piccinni) e l’assortimento di volti comunque nuovi (il pesarese Clementi, Neri che comanda i cecchini interni a 12.3, il 2000 Gallizzi miglior marcatore con 17 contro i veronesi, il 2001 Sackey). E non inganni, al netto della quota 2 in classifica per entrambe, il quoziente punti a favore bergamasco: 73.7 segnati e 67.7 subìti contro 72.3 e 72. Ricordiamoci di Monfalcone, lasciata a 61 col suo lungo-bomber Rezzano ridotto a 2…

4a giornata – Serie B Interregionale, Girone D (Conference Nord-Est)

Pala Frassetto, Montebelluna (Treviso) – via Biagi 2, sabato 21 ottobre – ore 20.30

1° arbitro: Giovanni Bastianel di San Vendemiano (TV). 2° Arbitro: Nicola Cotugno di Udine.

Segnapunti: Riccardo Palermo di Cornuda (TV). Cronometrista: Cristina Noal di Cornuda (TV).
24 secondi: Vanni Signoretto di Maserada sul Piave (TV).