Bergamo, 23 novembre

Per la Bergamo Basket 2014 la decima giornata è l’occasione per tenere il passo lungo in vetta alla Horm Pordenone al tramonto della settima vittoria di fila. Accompagnata dalla buona e attesa notizia del rientro di Ezio Gallizzi dalle due serate dietro la lavagna del giudice sportivo. Una partita, domenica 26 novembre alle 18 all’Italcementi, che dati alla mano è un testacoda contro l’avamposto più orientale della Conference Nord-Est, ma sicuramente un impegno che può nascondere insidie. Le medie incrociate attacchi-difese parlano di 75.3 (quarto del raggruppamento) vs 66.7 (ultimo) e 62.7 (prima) vs 72.6 (quinta).

Lo Jadran Gostol Trieste Športnega Združenja (Associazione Sportiva), allenato dal fratello d’arte Gianluca Pozzecco, giunto dal CUS Trieste con un paio di elementi per sostituire il coach della promozione Dean Oberdan,  occupa l’ultima piazza del Girone D di serie B Interregionale, avendo vinto soltanto alla quarta con la Gardonese, comunque con un margine inferiore di un punto solo rispetto ai gialloneri (74-62 contro 68-55), e alla settima a San Bonifacio.

C’è un cognome a sensazione in mezzo al pitturato per l’espressione della comunità slovena della città. Radja, di nome Dule, primogenito dell’ex bostoniano Nba Dino, in libera uscita dal Furnir Dubrava, Premijer Liga croata. Altri punti fermi, l’ennesimo prodotto locale Batich, Demarchi (ex Pallacanestro Trieste e in B Lugo, Ancona e Vicenza) e Ban nel backcourt, col supporto di Pregarc e del capitano Malalan che gioca da 3 ma anche 4, e De Petris, Bianchini e Milisvavljevic sotto canestro o nei pressi, elementi anagraficamente sulla trentina a parte il serbo. Da oltre confine, l’inserimento anche dell’ala del 2007 Luka Ignjatovic dal Sezana in Slovenia.

Bergamo, Centro Sportivo Italcementi  – domenica 26 novembre, ore 18

Serie B Interregionale – Girone D, 10a giornata

BB14: 0 Alexander Simoncelli (’86, P/G – cap.), 2 Riccardo Piccinni (’04, G), 4 Samuel Sackey (’01, C), 7 Mattia Cereda (’07, P/G), 8 Ferdi Bedini (’99, A), 9 Jacopo Mercante (’90, A), 10 William Clementi (’97, G), 12 Ezio Gallizzi (’00, P/G), 15 Alessandro Gianoli (’02, C), 21 Leonardo Manto (’02, A), 24 Matteo Neri (’98, A), 42 Luca Galli (’04, P/G), 88 Tommaso Bellarosa (’05, A). Coach: Gabriele Grazzini. Vice: Paolo D’Angelo. Preparatrice: Elisa Menti.

JADRAN GOSTOL TRIESTE: 3 Luka Ignjatovic (’07, A – da Prank Sezana), 4 Matija Batich (P, ’94’), 6 Luca Bellettini (’05, A), 8 Borut Ban (’92, G/A), 9 Iacopo Demarchi (’99, P – da Cus Trieste), 12 Carlo De Petris (’92, A/C), 14 Lukas Jakin (’02, G), 16 Sasa Malalan (’89, A – cap.), 17 Jernej Pregarc (’01, G), 21 Paride Bianchini (’93, C, da CUS Trieste), 24 Christian Lakoseljac (’06, A), 34 Marko Milisavljevic (’99, C), 42 Dule Radja (’97, C – da KK Zagreb). Coach: Gianluca Pozzecco. Vice: Nicholas Bazzarini. Preparatore: Tiziano Bidoni.

1° Arbitro: Daniel Allegro di Rubano (PD). 2° Arbitro: Ismaele Cenedese di Roncade (TV). Segnapunti: Beatrice Molteni di Cantù. Cronometrista: Graziano Sanga di Trescore Balneario (BG). 24 secondi: Nadia Seghezzi di Caravaggio (BG). Addetto Referto Elettronico: Antonino Luppino di Cucciago (CO).