Bergamo, 12 ottobre

A ruota del dialetto pordenonese fatale (62-68) due festivi fa in casa e quello padovano, ecco il veronese, nel Girone D di B Interregionale che parla in buona parte veneto. Nemmeno il tempo di rifiatare e la Bergamo Basket 2014, incassata oltre la sirena la seconda sconfitta su due turni sul parquet del Petrarca (83-82) mercoledì sera, si accinge a ospitare domenica 15 ottobre (ore 18, Centro Sportivo Italcementi) la Pallacanestro San Bonifacio che è nella stessa identica situazione. Per la rotazione di Matteo Zappalà, una matricola, al ko a Monfalcone (93-79) ha fatto seguito quello al PalaFerroli con Iseo (87-77), avversarie dalle ambizioni tutt’altro che nascoste.

La colorata e assortita banda del presidente Massimo De Beni, da 30 anni nel club a vario titolo e sostituto (dal 21 luglio scorso) al vertice dopo un decennio dell’attuale consigliera Cristina Adami, e del coach delle tre promozioni nelle ultime tre stagioni salendo tutti i gradoni dalla serie D, ha fatto entrare dalla finestra estiva del basketmercato due rinforzi per la nuova categoria. Si tratta di Piergiacomo Rigon, ala forte classe 2001, cresciuto nella Pallacanestro Vicenza 2012 fino a esordire in B e proveniente dalla C Gold a Carrè, e del centro del ’99 Gabriele Zambonin, promosso in maglia Gardonese dopo l’annata senese, con trascorsi cadetti (2017-2018) in terra orobica nell’Alto Sebino.

Una piazza entusiasta anche per aver conservato il nocciolo duro della scalata delle categorie. Elementi ad altissima fedeltà come il capitano Marco Bevilacqua, il 4-5 Emanuele “Manu in pasta” Ambrosi in società fin dal minibasket, o il pari ruolo Accordi, detto il Colosso di Affi, presente fin dal 2018, passando per il “Rosso di Valpolicella” Mignolli in maglia orange da un settennio. Il bolzanino Trentini è alla seconda annata come il friulano Moretti, quarta per Tommasetto, il Fromboliere di Cologna Veneta, mentre l’ala Ferrazza alias l’Airone di Pescantina è un innesto risalente alla metà della scorsa stagione. C’è la curiosità di Poiesi, dritto da una high school dello Utah ma in prestito dalla XXL Pescantina; tra i saluti estivi, quello di di Filippo Bertoni, in doppio tesseramento con la Scaligera Verona e adesso a Vigevano.

Una partita, per dirla con le parole di coach Gabriele Grazzini nel dopogara di Montegrotto Terme, da giocare con energia e con rabbia. Soprattutto per quel canestro probabilmente oltre il gong di Bombardieri, con cronometro addizionato di 1 secondo e 2 decimi, dopo l’entrata con cambio di mano di Gallizzi a 11″ da giocare seguita dal timeout locale. Dalla sua, la BB14 prosegue a tappe predefinite e a fari spenti il proprio programma di preparazione alla sfida di turno: parola d’ordine, lavorare senza proclami, ma con la consapevolezza di poter aumentare la profondità della rotazione facendo salire progressivamente il minutaggio di backup e giovani.

3a giornata Serie B Interregionale, Girone D
Domenica 15 ottobre, ore 18, Centro Sportivo Italcementi – via dello Statuto 43, 24128 Bergamo

Bergamo Basket 2014-ATV BVR Banca San Bonifacio

1° Arbitro: Matteo Rodi di Vicenza. 2° Arbitro: Michele Tondato di Susegana (TV).

Segnapunti: Massimo Vergani di Gorgonzola (MI). Cronometrista: Alberto Colleoni di Bergamo. 24 secondi: Fabia Doria di Santa Brigida (BG).